Cura di sé attraverso il movimento che collega alla natura

 

 

 

 

Una giornata da regalarsi, tempo da dedicare alla conoscenza del corpo, del movimento che rilassa, tonifica, aiuta il rinnovamento nella stagione che apre ad un nuovo ciclo nel mondo naturale, la Primavera. Con l’aiuto delle antichissime pratiche tratte dal qi gong, movimenti armonici che le donne di un tempo lontanissimo inventarono osservando ciò che avviene in natura, il modo di muoversi degli animali, che esprime diverse caratteristiche, emozioni, diverse qualità dell’energia della vita.

 


Figli di questa Terra, prodotti dell’evoluzione in questo pianeta, dimentichiamo quanto sia vitale per noi il collegamento con l’ambiente naturale, nel quale siamo costantemente immersi, anche se viviamo così tanto spesso distaccati, e inconsapevoli, del nutrimento che viene dalla terra, dall’acqua, dal sole e dall’aria. In noi si riassumono aspetti minerali, vegetali,animali: sono scritti nel nostro DNA. Ci distingue l’autocoscienza, la capacità di creare, trasformare e modificare l’ambiente, ed imparare ad imparare. Per non essere, noi umani, ‘corpi estranei’ distruttivi nel pianeta, la sfida è avere l’intelligenza, la sensibilità, e la capacità di visione evoluta, per scegliere di collaborare con la vita naturale, nel mondo come dentro di noi.    Oltre ad essere una scelta etica, è necessaria per la nostra salute, ed è indispensabile per scongiurare  l’avvio dell’umanità verso orizzonti futuri di autodistruzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *